Un’alimentazione più sana, uno sviluppo più sostenibile.

Sicurezza e HACCP

Metodo HACCP: un sistema di autocontrollo che responsabilizza l’operatore e aiuta le autorità.

 

Per le nostre aziende la sicurezza è una priorità assoluta, un prerequisito che ogni prodotto immesso sul mercato deve sempre avere. Come previsto dal Regolamento 178/2002/CE, la sicurezza alimentare deve essere garantita in tutte le fasi della filiera, dal campo alla tavola, senza deroghe e senza esenzioni.
Per questo le industrie italiane del Dolce e della Pasta, per garantire la sicurezza degli alimenti, da sempre investono risorse in ricerca e sviluppo, nuove tecnologie, controlli di materie prime e prodotto finito.

Uno strumento fondamentale per la sicurezza è il metodo HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points), introdotto dalla Direttiva 93/43, ora aggiornata dal Regolamento 852/2004/CE, con cui gli Stati membri dell’Unione Europea hanno definito le norme per migliorare la qualità dei prodotti e per salvaguardare il consumatore dai rischi fisici, chimici e batteriologici che potrebbero avere implicazioni sulla salute.

L’elemento cardine su cui si basa l’HACCP è il concetto di “autocontrollo”, che si fonda su un sistema di controllo preventivo e costante del processo produttivo. Il sistema responsabilizza l’operatore e favorisce la collaborazione con l’Autorità pubblica di controllo. La normativa prevede anche il riconoscimento, da parte del Ministero della Salute, dei codici e delle guide all’applicazione dell’HACCP elaborati dai diversi settori.

I settori del Dolce e della Pasta sono stati tra i primi a elaborare specifiche Guide, finalizzate a fornire ai produttori uno strumento da adattare alle singole realtà aziendali, in grado di soddisfare le esigenze della normativa comunitaria e dalle leggi nazionali per la fabbricazione di prodotti “igienicamente sicuri”.

Tutte le Guide sono state ufficialmente validate dal Ministero della Salute e costituiscono lo strumento di riferimento più importante sull’intero territorio nazionale, non solo per le aziende produttrici ma anche per gli organi di controllo.